I CARABINIERI USANO “IL DRONE PUBBLICO”

Dopo l’ok di ENAC con un Provvedimento governativo emergenziale in vigore fino al 03/04/2020 sull’utilizzo dei Droni, nell’ottica di garantire il contenimento dell’emergenza epidemiologica “coronavirus” e al fine di consentire le operazioni di monitoraggio degli spostamenti dei cittadini sul territorio comunale, prevista dai D.P.C.M. 8 e 9 marzo 2020, anche le Forze dell’Ordine di molti centri urbani hanno deciso di usare i Droni.


Utilizzo dei Droni da parte di Enti Locali

Giusto  pochi giorni fa Drones Urban Security pubblicava un’analisi dettagliata sull’ utilizzo dei Droni da parte degli Enti locali in stato di emergenza e precisamente sul loro impiego, cercando di fornire un quadro normativo per mettere a fuoco questa nuova categoria confermando l’esistenza del tertium genusIL DRONE “PUBBLICO”.


Da Napoli a Roma

Da Napoli a Roma, in molte città italiane i carabinieri si stanno facendo aiutare dalle apparecchiature volanti. Per effettuare i controlli a tappeto e garantire il rispetto delle norme anti-contagio da coronavirus, i Carabinieri stanno utilizzando il loro “COLIBRì“.


L’IA-3 Colibrì è un RPAS (sistema di pilotaggio a distanza) di micro-classe con un peso massimo al decollo fino a 5,0 kg. La stessa struttura della cellula in fibra di carbonio può essere facilmente configurata per adattarsi a diverse configurazioni in base alle specifiche esigenze della missione. E’ azionato da 4 rotori brushless

#ildronepubblico #colibrì




12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

sponsorizzato da:

SAMO - LOGO

Security & Business Solution

in collaborazione con:

ICAROSCHOOL - LOGO

ENAC.CA.APR.049

® 2020 by Urban Security Drones - Expert Division

® Progetto "URBAN SECURITY DRONES" tutti i diritti riservati   |   Privacy Policy 

* Le foto presenti su questo sito sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio.

Seguici su: 

Via Vincenzo Cuoco, 17/c - Bari

+39 339.42.44.362